Acquasparta

Acquasparta è un borgo medievale adagiato ai piedi di una collina dal quale domina la valle del Naia, affluente del Tevere, situata nell’area meridionale dell’Umbria. Il nome deriva dal Latino “ Acquas Partas” a causa della sua posizione tra le Terme dell’Amerino e di Furapane. Le prime notizie storiche risalgono al 996 quando il castello di Acquasparta entrò a far parte delle Terre Arnolfe. Dopo varie dominazioni raggiunse il massimo splendore sotto la Signoria dei Cesi, poiché divenne il centro di una fervida vita culturale con la fondazione della famosa Accademia dei Lincei nel 1603, prima scuola scientifica europea. Oggi il Palazzo Cesi domina il centro storico, esso fu dimora del Duca Federico Cesi, il quale ospitò per un breve periodo lo scienziato Galileo Galilei. Interessanti la Chiesa di San Francesco, del 1294, con le sue linee romanico-gotiche tipiche delle chiese francescane umbre, la Chiesa di Santa Cecilia, patrona della città, con la tomba di Federico Cesi, la Chiesa della Madonna del Giglio del 1606 e la chiesa del Sacramento del 1684 che conserva un pezzo di mosaico romano proveniente da Carsulae. Nei dintorni percorrendo la Via Flaminia si raggiunge il Ponte Fonnaia, antico ponte romano a due archi di età augustea; inoltre ricordiamo la Chiesa di San Giovanni de Butris che sembra appartenere all’ Ordine dei Cavalieri di Malta. Un cenno a parte meritano le Terme dell’Amerino dalle quali sgorga l’acqua minerale dell’Amerino, curativa, conosciuta sin dall’antichità per la sua efficacia contro calcolosi, gotta e acidi urici. Nel Medioevo era conosciuta come “l’acqua di San Francesco”, perché il Santo, nelle numerose peregrinazioni nella zona, ne avrebbe tratto giovamento per la sua salute. Ogni anno si svolge la Festa del Rinascimento nel mese di giugno con rievocazioni storiche da parte delle tre contrade, gare e taverne con piatti tipici rinascimentali. Inoltre ricordiamo il Carnevale dei Bambini nel periodo del Carnevale e a agosto e il Presepe Vivente lungo le vie della città. E’ inserita tra i Borghi più belli d’Italia.